Attività

PROGRAMMAZIONE DEL NIDO

L’autunno

I bambini osservano dalla finestra della sezione il cadere delle foglie dagli alberi del giardino nel periodo autunnale. Segue l’uscita all’aperto per toccare le foglie umide e raccoglierle nei nostri carretti. Le educatrici richiamano l’attenzione dei bambini nei confronti dell’odore e dei colori di foglie, cortecce, muschio.

La rielaborazione dell’esperienza prevede un grande collage del materiale raccolto da appendere in salone; l’utilizzo di colori a tempera (pennelli) e a dita che richiamano il paesaggio osservato; scoperta di alcuni frutti di stagione, kiwi ( una pergola di kiwi è presente nel giardino ) castagna e pera e loro rappresentazione grafica attraverso l’utilizzo di collage e pastelli a cera.

L’inverno

I bambini osservano attraverso le finestre che si aprono sul giardino l’avanzare dell’inverno: la brina, i rami spogli, una possibile nevicata, i colori grigi.

Scoprono, attraverso il gusto, gli agrumi (limone, arancio, mandarino) ed esprimono le loro sensazioni. Gli agrumi saranno sbucciati, spremuti e utilizzati come “timbri”.

Gran parte del periodo è impegnato nella realizzazione di lavoretti e addobbi in occasione delle festività del Natale, carnevale, festa del papà.

Si prevede la manipolazione di pasta di sale; la stesura di tempera, colla vinilica; assemblaggio di cartoni; utilizzo di cotone e stoffe.

La primavera

I bambini osservano l’arrivo della primavera nella fioritura di prati e alberi, nell’accendersi dei colori, nel cinguettio degli uccellini .

Riprendono frequenti le uscite in giardino in modo da favorire il contatto diretto con elementi naturali quali acqua e terra. Affiancati da noi, i bimbi vivono l’esperienza di far nascere dal seme un fiore.

I bambini alternano alle loro creazioni artistiche, con l’utilizzo di diverse tecniche pittoriche e nuovi materiali, tra cui la terra, la preparazione di lavoretti e biglietti di auguri in occasione delle festività pasquali e della festa della mamma.

L’estate

L’attenzione dei bambini è richiamata dall’aumento della temperatura che annuncia l’estate. Questo ci consente di vivere il giardino in modo libero, di sviluppare il senso del movimento del proprio corpo, di appropriarsi dello spazio acquisendo padronanza motoria e relazionandosi con i compagni.

I bambini hanno, all’aperto, la possibilità di immergere le mani e i piedi nel colore per “lasciare traccia di sé”; distendere, dilatare, mescolare il colore e l’acqua al fine di acquisire una consapevolezza del sé e rafforzare la fiducia nelle proprie capacità.

Condividi su: